Foietta, Osservatorio anche senza Torino

"L'Osservatorio sulla Torino-Lione è un tavolo di confronto, uscendone la Città di Torino perde una opportunità". Paolo Foietta, commissario di governo e presidente dell'Osservatorio per la Torino-Lione, commenta così, interpellato dall'ANSA, l'intenzione del Comune di abbandonare l'organismo. "Spiace questo annuncio unilatera - aggiunge - senza aver avviato quel confronto con tesi diverse da quelle da loro espresse come concordato nell'unico incontro con la sindaca Appendino. L'Osservatorio continuerà anche senza Torino". "Peccato perché con Appendino avevamo concordato un percorso di confronto", aggiunge il presidente dell'Osservatorio. "La cosa che mi lascia più perplesso - aggiunge - è che con la Torino-Lione il Comune non c'entra più nulla: l'utilizzo del passante ferroviario, con tutte le migliorie necessarie per rendere la linea più efficiente, sono già stati inseriti nel Patto per Torino che la Appendino ha firmato nei giorni scorsi. Questo mi sembra un atteggiamento poco coerente".

ANSA

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Teresa De Paola presenta Cartalchemica al Fondaco di Bra
    Gazzetta d'Alba
  2. Bra: doni speciali e filastrocche per crescere in biblioteca
    Grandain.com
  3. BRA/ Boldrini all'Università di Pollenzo: "La sintesi perfetta della cultura del Paese"
    Cuneo Cronaca
  4. In arrivo a Bra 60 profughi, i Consiglieri di minoranza: 'Non siamo stati informati' - Il commento di Marco Ellena, Massimo Somaglia e Roberto Marengo
    IdeaWebTv
  5. 60 profughi in arrivo a Bra? L'Amministrazione risponde: 'Non è vero, agitare spauracchi non risolve i problemi' - Riceviamo e pubblichiamo la lettera a firma del sindaco Sibille e del vicesindaco Fogliato
    IdeaWebTv

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Bra

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...